Movimento 5 Stelle, Salsi attacca Grillo: E’ come Scientology

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:45

Nonostante il “vento in poppa” certificato dai sondaggi, il Movimento 5 Stelle deve fare i conti con un passaggio critico. A “guastare la festa” è stata il consigliere comunale di Bologna, Federica Salsi, che ha fatto infuriare Beppe Grillo per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva Ballarò. Il preludio di un vero e proprio putiferio, con tanto di insulti via web e pubbliche dissociazioni da parte degli altri attivisti del Movimento. Ma la Salsi non ci sta e, in un intervento particolarmente duro pronunciato ieri durante una seduta del Consiglio comunale, ha rivolto accuse pesanti al leader 5 Stelle.

Salsi all’attacco – Il Movimento come una setta: è questa la sintesi assai impietosa consegnata ieri da Federica Salsi nel corso del suo intervento al Comune di Bologna. La settimana appena trascorsa è stata dura per la “grillina”, che ha dovuto incassare insulti e anatemi scagliati senza filtri sulla Rete. Il tutto perché, disattendendo le istruzioni di Grillo, ha scelto di intervenire martedì scorso a Ballarò“Un movimento non è un movimento sano se gli individui che la pensano diversamente dal capo o vengono buttati fuori o sono ridicolizzati e devono ricevere della violenza verbale”, ha denunciato la Salsi.

Come Scientology – “Io ho aderito a questo Movimento perché ne condividevo lo spirito e le idee – ha precisato – ma non voglio che si trasformi in Scientology. E non voglio che si trasformi in un mostro”. E ancora: “Si discute tanto se io avevo il permesso di andare a Ballarò – ha continuato la “grillina” sconfessata – ma Grillo ha chiesto il permesso a qualcuno prima di proporre la candidatura di Di Pietro a presidente della Repubblica? Grillo chiede il permesso a qualcuno quando deve chiamare Matteo Renzi ‘ebetino’?”. Parole che spargono nuovo sale sulla ferita aperta della democrazia interna, indicata da molti come il vero “tallone d’Achille” del Movimento trainato da Beppe Grillo.