Jennifer Lopez, la smentita sulla cameriera licenziata per un autografo

Nell’infinita lista di capricci delle stars, quello di Jennifer Lopez sembrava destinato nei giorni scorsi a conquistare un posto d’onore… Secondo quanto raccontato dalla “vittima”, la cantante avrebbe fatto licenziare una cameriera tedesca in servizio presso un hotel di Dusseldorf: il motivo sarebbe quello di aver disturbato J. Lo, chiedendole un autografo durante la sua permanenza nell’albergo. A distanza di 24 ore, la cameriera avrebbe pagato le conseguenze di quel gesto tanto ardito: “Mi hanno telefonato per dirmi che la signora Lopez aveva protestato con la direzione e mi hanno licenziato in tronco al telefono”- ha raccontato la donna. Le lamentele della cantante sarebbero dunque costate il posto di lavoro alla cameriera-fan; ciò ha ovviamente avuto le sue conseguenze, tra cui lo sdegno dell’opinione pubblica.

A sedare gli animi c’ha pensato proprio Jennifer Lopez, che in primis si è detta all’oscuro dei fatti, tanto da aver appreso lo scoop tramite Twitter. J. Lo si è poi difesa affermando di essere delusa dai suoi stessi fans, che non hanno affatto perdonato il cattivo gesto della loro beniamina: “Andiamo, pensavo aveste più stima di me. Non farei mai licenziare nessuno per un autografo”- ha postato sul social network. Non ci sarebbe da meravigliarsi se Jennifer Lopez si rivelasse alla fine la vera “vittima”: assai diffusi sono infatti i casi in cui qualcuno inscena degli episodi al fine di speculare e danneggiare l’immagine del personaggio pubblico prescelto…