Meno lavoro e sesso al mattino: due buone cure per riaccendere il desiderio

Secondo gli esperti, il riposo è uno dei migliori afrodisiaci in circolazione. Perché allora non sfruttarlo al massimo, facendo sesso al mattino? Tanto più che in quello stesso momento della giornata si ha il picco di testosterone, l’ormone del desiderio (sia negli uomini che nelle donne). A dare questo suggerimento è il professor Emmanuele A. Jannilli, docente di sessuologia medica dell’Università dell’Aquila, che indica il sesso mattutino come una buona soluzione al calo del desiderio sessuale. Un altro consiglio? Staccare la spina dagli impegni di lavoro, che possono portare ad un calo della libido. Il calo di desiderio, infatti non sempre deriva da uno scarso affiatamento della coppia: può anche derivare da fattori di stress accumulati durante la gioranta, che si manifestano soprattutto di sera.

I problemi della sera – Delle difficoltà di erezione per lui o una mancata lubrificazione per lei possono spegnere lo stimolo sessuale della coppia, anche se – come detto -non sono sempre effetto di una mancata sintonia tra i due partner. Le ragioni possono essere tante: soprattutto a fine giornata, lo stress accumulato (sia quello derivante dalle frustrazioni che quello derivante da troppe occupazioni) può portare alle disfunzioni di cui abbiamo parlato, che a loro volta possono alimentare ulteriore stress nella coppia. Sesso al mattino, dunque, e più distacco dal lavoro, potrebbero essere la soluzione a molti problemi.