Ris Roma 3 riassunto: il tradimento di Greco e i guai della Brancato

Ieri, mercoledì 7 novembre, è andata in onda, su Canale 5, una nuova puntata di Ris Roma 3- Delitti Imperfetti. Nonostante i vari protagonisti, fra cui: Euridice Axe, Primo Reggiani, Alberto Rossi, G Max, Fabio Troiano e tutti gli altri attori della fiction Mediaset, si siano dovuti accontentare di fermarsi a una media generale di 3.666.000 telespettatori per 13.52 punti percentuali di share facendo registrare un ulteriore calo di ascolti anche per via della contro programmazione avversaria, hanno tenuto con il fiato sospeso lo zoccolo duro di telespettatori che non li abbandona né per la partita della Juve né per Maschi contro femmine, ma cosa è successo nei due episodi andati in onda?

Primo episodio – Biglietto sola andata. Nel primo episodio, intitolato Biglietto sola andata, il team del Ris, senza il validissimo Capitano Ghirelli (Fabio Troiano) partito alla volta della Spagna per riportare a casa l’amata Selvaggia, ma incastrato dal lavoro sulla nave dell’andata a causa dell’uccisione di un docente universitario, ha dovuto affrontare la mancanza di fiducia del generale Abrami (Massimo Wertmuller) e della Territoriale e si è ritrovato semplice spettatore dell’ennesimo colpo della Banda De Lupo. Se il Ris, però, non sembra riuscire a creare problemi agli spietati criminali i guai per la Banda sembrano giungere da divergenze interne in quanto i componenti non concordano in tutto e per tutto con il Lupo (Marco Basile).

Secondo episodio – L’ultima confessione. Nel secondo episodio, intitolato L’ultima confessione, I Ris, dopo il rientro di Bartolomeo Dossena e grazie anche al suo aiuto, hanno dovuto risolvere il difficile caso della misteriosa uccisione di un parroco. I carabinieri, che hanno potuto basarsi sulle sensazioni dell’unica testimone oculare, anche se cieca, hanno così scoperto che dietro l’uccisione del prete si nascondevano storie di abusi sui bambini che frequentavano il catechismo e la palestra parrocchiale mentre Bart, interrogatorio dopo interrogatorio, indizio, dopo indizio, stringeva la sua amicizia con la novizia non vedente che li stava aiutando cercando di ricordare rumori e profumi della fatidica mattinata. Mentre il professor Greco si faceva sempre più sfuggente con l’amata Brancato, per via dei ricatti del Lupo che tiene in ostaggio la figlia, la stessa Lucia si è ritrovata nei guai per via della sua impulsività e del suo nervosismo. Forse anche a causa delle forti pressioni sul lavoro ha infatti perso più facilmente la pazienza aggredendo, seppur verbalmente, il ragazzo della ‘figliastra’ che l’ha filmata e incastrata mettendo il video on line. Non potendo però impedire materialmente a Rosanna di vedere Riccardo Lucia ha deciso poi di fidarsi della ragazza fino a quando quest’ultima è giunta a casa sua con diversi lividi sul corpo ed indicando, fra le lacrime, proprio Riccardo come colpevole. Impossibile, a questo punto, che la Brancato rimanesse ferma immobile. Lucia, infatti, lascia la ragazza con Greco e si precipita a casa del ragazzo, ma trova la porta spalancata e qualcosa che la metterà sicuramente nei guai facendo cadere ogni sospetto su di lei.