Vinicio Capossela chiude il suo mini tour al Tunnel di Milano (foto)

Ha alle spalle una carriera più che ventennale, una benedizione artistica ricevuta direttamente dal cantautore per eccellenza ovvero Francesco Guccini, un nome che pare così com’è un nome d’arte: Vinicio Capossela è un artista a tutto tondo, musicista, autore, scrittore e anche attore.
Il Rebetiko Gymnastas tour che quest’estate l’ha portato in lungo e in largo per l’Italia, si trasferisce ora nei club dove l’anima e lo spirito dannatamente teatrale di Vinicio sono come a casa.

Il Tunnel Club di Milano ha ospitato quattro concerti a partire da domenica 4 novembre. Ieri, mercoledì, è stata quindi l’ultima data di questo mini tour meneghino; ad accompagnarlo, in questo omaggio alla tradizione greca, Alessandro «Asso» Stefana alla chitarra, Glauco Zuppiroli al contrabbasso, Vassilis Massalas alla chitarra e baglamas, Ntino Chatziiordanou alla fisarmonica e all’organo Farfisa, Dimitri Emmanouil alle percussioni e Manolis Pappos, maestro e mito del bouzouki.

Nel piccolo e intimo club milanese sono molti i presenti; il palco decisamente piccolo rispetto ai palchi dei grandi concerti rende lo show molto familiare e il sound ben si addice alla situazione. Vinicio propone i brani dell’ultimo album, oltre ad alcuni suoi pezzi diventati ormai degli evergreen. Spazio anche a qualche cover tra le quali spicca una personalissima reinterpretazione di Quello che non ho, firmata da Massimo Bubola e Fabrizio de Andrè.
Il tour continua, mentre si conclude questa bellissima quattro giorni milanese.

Fotografie di Pier Luigi Balzarini