Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Idv nel caos: tra scorie eliminate e leader inamovibili

CONDIVIDI

Comunque la si voglia pensare, una cosa è certa: l’Idv non gode di buona salute. Le recenti dimissioni di Donadi e Formisano e i piccati commenti del capogruppo al Senato, Felice Belisario, fermano l’immagine di un partito spaccato, investito da una tempesta che ha portato a galla contraddizioni e presunte ingenuità. E nel bel mezzo della crisi, il leader indiscusso, Antonio Di Pietro, non scorge l’opportunità di farsi da parte. Anzi: “Voglio essere il promotore dell’imminente cambiamento“, ha dichiarato ieri nello studio televisivo di Michele Santoro.

“Questa è una giornata di festa: le scorie quando vengono eliminate fanno bene all’organismo”. Ad affondare impietoso sull’annuncio di dimissioni ufficializzato ieri da Massimo Donadi e Nello Formisano è stato il capogruppo dell’Idv al Senato, Felice Belisario. “Io ho augurato buona fortuna a Donadi – ha aggiunto il dipietrista – ma basta con gli insulti e con le menzogne per giustificare una giravolta”. 

Meno tranchant il commento di Antonio Borghesi, che ha preferito non associare il suo “debutto” da capogruppo alla Camera a una sconfessione del suo predecessore. “L’onorevole Giuseppe Vatinno ha comunicato al presidente Fini la sua adesione all’Idv – ha piuttosto dichiarato  Borghesi ai giornalisti – quindi questo comporta un aumento che in qualche modo controbilancerà le uscite che si sono dolorosamente verificate”. 

E il leader nell’occhio del ciclone? Antonio Di Pietro ha partecipato ieri alla trasmissione Servizio Pubblico (su La7), dove ha tentato di “ripulire” l’immagine (ingiallita dall’inchiesta di Report) del suo partito, puntando tutto sulla necessità di rinnovare. “Io credo che ciascuno di noi deve guardare avanti e vedere che cosa può fare per contribuire al cambiamento – ha spiegato Di Pietro – essere protagonista del cambiamento e sapersi ritirare in buon’ordine prima che viene cacciato a calcioni”. Una premessa che ha fatto pensare a Santoro (e non solo a lui) che l’ex togato stesse annunciando il suo passo indietro. Niente affatto: “Io voglio essere con l’Idv promotore di questo cambiamento”, ha precisato Di Pietro confermando l’indisponibilità (almeno per il momento) a cedere il timone a qualcun’altro.

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram