Modena: nove medici in manette

Un Bliz dei Nas ha portato oggi all’arresto di 9 medici del Policlinico di Modena. L’operazione, coordinata dalla Procura di Modena, ha scovato un’organizzazione fraudolenta composta da cardiologi e rappresentanti di ditte fornitrici di attrezzature mediche italiane e estere.  Questa mattina 150 carabinieri del Nas e dei comandi provinciali di 10 Regioni hanno eseguito gli arresti domiciliari e 33 perquisizioni a danno del personale medico e sanitario coinvolto nel giro di corruzione.

 E’ stato inoltre applicato a 12 aziende che producono attrezzature cardiologiche il divieto di contrattare con la Pubblica amministrazione e a 7 collaboratori di queste aziende l’interdizione dall’esercizio dell’attività.  L’operazione ha portato alla confisca di 1 milione di euro ricavato da organizzazioni Onlus fittizie che era stato depositato su conti correnti bancari per finanziare sperimentazioni non autorizzate

 I medici arrestati sono accusati di aver effettuato sperimentazioni cliniche senza autorizzazione, installazione di apparecchiature mediche, molte delle quali anche difettose, senza il consenso dei pazienti stessi. Il personale medico coinvolto avrebbe inoltre creato falsi nelle cartelle cliniche, effettuato spese illecite a carico del Ssn e creato Associazioni no profit fittizie per finanziare operazioni fraudolente.