Napoli, Vargas delude ancora. Addio a gennaio?

La vittoria di ieri contro il Dnipro per 4-2 ha rilanciato prepotentemente le ambizioni europee del Napoli in Europa League, grazie anche alla concomitante sconfitta del Psv in casa dell’Aik. La partita ha evidanziato nuovamente, se ancora ce ne fosse bisogno, le straordinarie doti di Edinson Cavani: l’attaccante uruguiano, autore di uno straordinario poker, ha letteralmente tolto le cosiddette castagne dal fuoco alla squadra di Mazzarri che fino ad un quarto d’ora dalla fine era sotto sul risultato di 1-2. Se da un lato è emersa la tecnica del n.7 azzurro, il rovescio della medaglia della bella serata partenopea è stato, anche qui nuovamente, Edu Vargas.

Turboman via a gennaio?- L’attaccante cileno, pagato quasi 12 milioni di euro nello scorso mercato invernale, è ancora un oggetto misterioso all’ombra del Vesuvio. Nella gara inaugurale di Europa League contro l’Aik sembrava essersi finalmente sbloccato con la tripletta che regalò al Napoli la vittoria contro gli svedesi. Le seguenti prestazioni e l’errore di ieri sera che ha portato al momentaneo 1-2 del Dnipro hanno mostrato che Turboman ancora non si è ambientato al meglio nel club di De Laurentiis. Mazzarri, che non ha gradito la sua prestazione, dopo il suo errore lo ha subito sostituito. Per Vargas, quindi, si potrebbe aprire la strada della cessione già a gennaio, probabilmente in prestito. Chievo e Bologna sono sulle sue tracce.