Diabete: insulina spray per eliminare le iniezioni

Uno spray in grado di sostituire delle punture? Magari. Per tutti quelli che hanno paura degli aghi sarebbe la realizzazione del sogno di una vita. Per ora, però, si parla solamente di uno studio sperimentale e circoscritto ai pazienti diabetici che hanno bisogno, più volte al giorno, di introdurre un ago nella propria pelle e di somministrarsi così l’insulina. Gli scienziati e gli studiosi dell’Università di Sunderland, guidati dal Dottor Hamde Nazar, in un lavoro che ha coinvolto ricercatori provenienti da tutto il mondo, anche, ad esempio, dal Libano, dall’Italia, dalla Grecia, ecc, ecc, pubblicato sulla prestigiosa rivista della Royal Society of Chemistry, Biomaterials Science, hanno sperimentato, per ora solo sugli animali, uno spray in grado di nebulizzare ed introdurre insulina nel corpo umano.

Lo studio. In questa interessantissima ricerca, che giunge proprio in concomitanza con la Giornata Mondiale per il diabete che sarà il 14 novembre, ma che in Italia è stata anticipata e spalmata su questo fine settimana, in particolare nei giorni del 10 e dell’11 novembre, sono stati condotti test sugli animali, nei ratti che soffrivano di diabete di tipo 1, osservando e studiando approfonditamente i livelli di glucosio. Il livello degli zuccheri nel sangue, infatti, per molti pazienti affetti da diabete è un vero problema. Fino ad ora erano, quindi, le punture a tenere sotto controllo il problema, ma da ora in poi, se la sperimentazione continuerà a dare esiti positivi, grazie al rilascio graduale dell’insulina per via nasale si potrà proporre ai pazienti una seconda soluzione. Lo spray in questione, infatti, si trasforma gradualmente, grazie alla temperatura corporea di ciascuno, in un vero e proprio gel appiccicoso che consente all’insulina di penetrare nelle mucose nasali e di diffondersi attraverso il flusso sanguigno che parte dal naso ed evitare così che i livelli di glucosio salgano troppo in alto tenendo controllata la malattia.