I genitori di Federica Mangiapelo: Era ossessionata dal fidanzato

Rosella e Luigi, genitori di Federica Mangiapelo, la giovane di 16 anni trovata morta la notte di Halloween sulle rive del lago di Bracciano, intervengono nel corso di ‘Domenica Live’, condotto da Barbara d’Urso, per ricordare ai microfoni dell’inviata Ilaria Cavo, gli ultimi giorni della figlia: Federica era dolcissima, una ragazza solare. Trascorreva con me molto del suo tempo, al centro in cui lavoro perché  amava i bambini. Ultimamente avevamo bisticciato perché non accettavo il suo ragazzo, ritenevo che una ragazza della sua età dovesse frequentare un ragazzo più giovane, anche se all’inizio non c’erano problemi. Quando, però, ho visto che mia figlia stava male per i continui litigi con lui non l’ho più accettato”.

Tocca al  padre Luigi ripercorrere le ultime ore con sua figlia Federica: “Federica viveva con me. Era felice ad ogni ora del giorno di tutte le cose che faceva, salvo quando rientrava dopo essere stata in compagnia del fidanzato. Allora stava ore al cellulare, era ossessionata, ed erano continui litigi. Quella sera è uscita verso le 22.30 e mi ha assicurato che sarebbe rientrata presto. Invece quella porta si è chiusa e mia figlia non la rivedrò più”.

Sulla possibilità che la figlia facesse uso di droghe e alcool, sia Rosella che Luigi lo escludono: “Federica aveva paura. Anche in seguito a quel ‘piccolo male’ di cui aveva sofferto a 10 anni. Aveva dovuto prendere delle medicine e per questo aveva paura. Ma si è trattato di episodi legati ad un periodo della sua crescita. Episodi che sono stati tenuti sotto controllo e che si sono risolti. Mia figlia era una ragazza sana e conduceva una vita regolare”.
La coppia si augura infine che si sia trattato soltanto di un tragico incidente, i genitori chiedono a gran voce di conoscere tutta la verità inerente la dinamica della morte della figlia ribadendo il desiderio di ricevere anche le scuse da chiunque possa avere responsabilità in tal senso.