Massa e Carrara: allagamenti e frane, 200 evacuati

Stato d’allerta a Massa e Carrara, dove la scorsa notte si sono abbattute piogge violentissime che hanno causato frane e allagamenti. Molte automobili sono state trascinate via dai torrenti piovani, oltre 200 le persone evacuate. Gli allagamenti stati causai dai 250 millimetri di pioggia caduti dalle 23 alle 3 di stanotte, e dall’esondazione dei torrenti Ricortola (a Massa) e Parmignola (a Carrara). Il sindaco di Carrara Angelo Zubbiani ha invitato gli abitanti a salire nei piani alti delle abitazioni, alcune delle quale sono state già evacuate. Proseguono ancora nel pomeriggio le piogge, anche se con minore intensità.

“C’erano persone che nella notte non potevano tornare a casa o che erano rimasti prigionieri nelle macchine e le abbiamo ospitate in Comune in una trentina, altre cinquanta nella zona industriale di Avenza” ha detto stamattina il sindaco di Carrarara, “Non abbiamo danni gravi alle persone ma una situazione difficile sul territorio per frane e allagamenti. Alle sei di questa mattina ho mandato un secondo allarme telefonico alle persone che abitano in una zona periferica della città in un tratto vicino al torrente Carrione”.

Nel paese di Romagnano una coppia è rimasta bloccata nella propria automobile e trascinati via da un torrente straripato. I due sono riusciti ad uscire dal veicolo in tempo trovando rifugio sugli argini, finché i soccorritori non li hanno trovati e portati in ospedale. Molte le auto bloccate nei sottopassi allagati, mentre una frana si è verificata  tra Canevara e Casette, vicino Massa. In Lunigiana la cittadina di Aulla è rimasta senza energia elettrica a causa del cedimento del ponte della statale. “Abbiamo evacuato cinque famiglie perché le loro case erano allagate – spiega il sindaco Roberto Simoncini – a Fivizzano ci sono problemi con le forniture di gas proprio per via del ponte crollato”.

A Livorno sono caduti in due ore 85 millimetri di pioggia, mentre a Pisa si sono verificati allagamenti di strade, problemi alla rete fognaria e alcune zona della città rimaste senza corrente elettrica. La sala operativa del Centro Funzionale Regionale informa che fino alle 23 di lunedì 12 novembre ci saranno ancora pioggia e temporali forti su tutta la Toscana. Stato d’allerta nelle zone di: Cecina, Cornia, isole, Ombrone Grosseto, Casentino, Chiana, Valdarno superiore, Tevere, Orcia, Bruna, Albegna, Fiora. Criticità moderata nelle zone: Magra, Versilia, Serchio, Basso Serchio, Sieve, Valdarno medio, Ombrone Bisenzio, Valdarno inferiore, Reno Santerno, foce Arno, Elsa, Era, Greve Pesa.