Mika, il pop-glam sbarca a Roma (foto)

Evento all’insegna del pop-glam ieri sera all’Atlantico di Roma, in scena Mika, cantautore libanese naturalizzato inglese che presenta al pubblico il suo terzo lavoro “The Origin of Love”, uscito lo scorso settembre. Autore del singolo “Grace Kelly” –  brano con il quale ha raggiunto la notorietà internazionale e scalato le classifiche di numerosi paesi – il giovane artista (classe 1983) esordisce a livello internazionale nel 2007 con il suo primo album “Life in Cartoon Motion”, disco che gli è valso quattro World Music Awards e dal quale sono state estratte altre canzoni di successo come “Love Today” e “Relax, Take It Easy” (tormentone pubblicitario di una nota azienda). Il secondo album, “The Boy Who Knew Too Much”, è stato pubblicato nel 2009 e contiene altre canzoni di successo come “We Are Golden” (anch’esso sfruttato dagli specialisti della pubblicità) e “Kick Ass (We Are Young)”.

L’artista è stato spesso accostato a musicisti come Beck, Freddie Mercury, George Michael, Scissor Sisters, soprattutto per la sua estensione vocale e per la teatralità delle sue composizioni. Mika ha sempre dichiarato di aver ricevuto, per il suo stile, una grande influenza dai Queen e senza dubbio nei live è molto palese questa ispirazione. Nei video musicali e negli spettacoli dal vivo – come anche in questa serata – spiccano sempre elementi e costumi che ci riportano allo stile glam di un tempo, quello tanto amato anche e soprattutto dal duca bianco David Bowie, per intenderci.

Una serata esuberante, condita con brani tratti dal nuovo lavoro “Origin of Love”, “Lola”, “Stardust” …ma anche “Rain” e “Blame It on the Girls” da ‘The Boy Who Knew Too Much’, senza dimenticare inoltre “Billy Brown”, “Stuck In The Middle”, “Relax, take it easy” (brano con cui in maniera dirompente si è aperto il concerto) e l’immancabile “Grace Kelly”, questi ultimi tratti dal primo lavoro del ‘Cavaliere pop’… e si cavaliere perchè il giovanotto è stato insignito del titolo di ‘Chevalier dans l’Ordre des Arts et des Lettres’ (Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere), ordine destinato alle ‘persone che si sono distinte per le loro creazioni in campo artistico o letterario o per il contributo che essi hanno apportato alla diffusione delle arti e delle lettere in Francia e nel mondo’… Mica male per un ragazzo che fino a 17 anni ha dovuto convivere con i suoi problemi di dislessia… nient’affatto… e soprattutto di tutto rispetto, come la sua esibizione in questa uggiosa serata autunnale di Roma.

Recensione a cura di : Cristiano Iacovazzo
Fotografie di: Ombretta Ciarrocchi