Pagelle Milan-Fiorentina: Borja Valero onnipresente, disastro Pato

Pagelle Milan-Fiorentina – La Fiorentina non si ferma più. Trascinata da un Borja Valero versione deluxe, la squadra di Montella si impone sul Milan e centra il quarto successo consecutivo, che le permette di consolidare il quarto posto e mettere nel mirino la zona Champions. I gigliati superano l’esame di San Siro con un 3-1 più netto di quanto non dica il risultato: i gol di Aquilani e Borja Valero suggellano un primo tempo quasi perfetto, il sigillo di El Hamadoui nel finale di gara rende vano il centro di Pazzini e manda il Milan all’inferno. Per i rossoneri, illusi da tre risultati utili consecutivi, la sconfitta di oggi è la quarta tra le mura amiche. La classifica, con appena 14 punti, è sempre più preoccupante: il quinto posto dista già otto lunghezze.

MilanPazzini 6: Dopo un primo tempo di assoluto grigiore, Allegri rivolta l’attacco rossonero e i risultati arrivano dopo meno di un quarto d’ora, con la rete della speranza del Pazzo. Con il suo movimento, l’ex Samp è l’unico che dà un minimo di vivacità all’attacco rossonero: alle sue spalle, però, c’è il vuoto, e lentamente anche lui si spegne. Abbiati 6, De Sciglio 6, Ambrosini 6, Bonera 5,5, Constant 5,5, Montolivo 5,5, Bojan 5,5, Mexes 5, Emanuelson 5, Boateng 5, El Shaarawy 5, Robinho s.v., Pato 4,5: Il gol al Malaga, peraltro arrivato al termine di una prova non certo esaltante, convince Allegri a schierarlo dal 1′, ma il Papero non coglie l’occasione. Poco supportato dai compagni, si rende pericoloso in una sola circostanza, quando conquista il rigore del possibile 1-1: l’errore dal dischetto spinge il Milan sempre più a fondo (All. Allegri 5)

FiorentinaBorja Valero 7,5: Con i suoi piedi buoni e le sue geometrie è, insieme a Pizarro, il simbolo della coralità del gioco viola. Rispetto al cileno, più portato all’impostazione da dietro, l’ex centrocampista del Villarreal riesce ad essere presente in ogni zona del campo, fino a trovare lo splendido gol che regala il momentaneo 2-0 alla Fiorentina. Pizarro 7, Roncaglia 6,5, Rodriguez 6,5, Savic 6,5, Aquilani 6,5, El Hamdaoui 6,5, Viviano 6, Cuadrado 6, Fernandez 6, Pasqual 6, Toni 6, Cassani s.v. Ljajic 5,5: In una Fiorentina spigliata e armoniosa, l’unica stecca arriva dal talento serbo. Nelle intenzioni di Montella, dovrebbe prendere il posto di Jovetic e regalare all’attacco viola qualche giocata di qualità: costretto ad uno sfiancante lavoro di pressing, però, l’ex Partizan non si rende mai pericoloso dalle parti di Abbiati (All. Montella 7,5)