Vivisezione: la Lombardia sostiene i metodi alternativi (video)

La Regione Lombardia sostiene i metodi alternativi alla sperimentazione animale. La posizione sulla spinosa questione, che comprende anche le pratiche relative alla vivisezione, è emersa nuovamente dalle parole del consigliere regionale Massimiliano Romeo (Lega Nord), in visita  alla struttura monzese “La Collina dei Conigli”, che opera all’interno del Parco di monza ed è il primo e unico  centro italiano specializzato in recupero di animali da laboratorio. Ieri 10 novembre, nonostante un’infernale pioggia battente,  si è tenuto un evento benefico-divulgativo, con lo scopo, tra gli altri, di presentare il calendario 2013 il cui ricavato verrà utilizzato per sostenere le attività del centro, interamente gestito da volontari. “L’augurio – ha spiegato Romeo – è quello che in Italia di centri come questo ce ne siano tantissimi”.

Risoluzione approvata “quasi all’unanimità”. Quella in cui viene chiesto di “ridurre al minimo la sperimentazione su animali”, sostenendo quindi metodi alternativi come la sperimentazione in vitro e quella in silico. Uno degli obiettivi  (raggiungibile solamente nella prossima legislatura), appare quello di “modificare la legge” che attualmente permette di sopprimere gli animali utilizzati nella sperimentazione, in modo da donare loro una “seconda vita” attraverso centri di recupero ad hoc come la Collina dei Conigli. “Speriamo – ha aggiunto Romeo – che la comunità scientifica raccolga questo messaggio”.

Video-intervista a cura di: Valeria Panzeri