Primarie centrosinistra: countdown per il confronto tv

L’appuntamento è fissato per le 20.30 di questa sera quando le telecamere di SkyTg24 si accenderanno nello studio di X Factor. Una location pop, che potrebbe rendere più “appetibile” il confronto tra i 5 candidati alle primarie di centrosinistra,  alle prese con una performance corale in cui ciascuno di loro tenterà di intonare l’assolo più convincente.

A dividersi la scena saranno il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, la democratica Laura Puppato, il deputato di Api, Bruno Tabacci, e il leader di Sel, Nichi Vendola. Dietro dei podi muniti di leggii trasparenti, i 5 co-protagonisti risponderanno alle domande del giornalista Gianluca Semprini, che ha avuto la meglio su “pezzi da novanta” dell’informazione catodica come Bruno Vespa, Fabio Fazio, Lilli Gruber ed Enrico Mentana. Ma non solo: i cinque candidati saranno chiamati a rispondere anche ad alcune domande poste dal pubblico, che – è bene precisarlo – sarà selezionatissimo. Ogni candidato saràinfatti, accompagnato da un numero prestabilito di supporter (che non potranno né applaudire né manifestare dissenso), che tenteranno di incalzare gli avversari con quesiti più o meno insidiosi.

Il confronto sarà poi regolato da un orologio, che costringerà i 5 candidati a modulare le loro risposte sull’inesorabile scorrere dei secondi. L’attesa per il confronto tv è altissima, anche per il tono smaccatamente “americano” del format. Solo stasera scopriremo se i 5 candidati saranno in grado di reggere il confronto con i colleghi d’Oltreoceano o appariranno impacciati e in difficoltà. E sarà interessante verificare se – come sostengono gli analisti della vigilia – ad uscire vincitore dalla disputa tv sarà il super-mediatico Matteo Renzi che, secondo i ben informati, avrebbe studiato alacremente per proporsi alle telecamere come l’Obama de noialtri.