Maltempo: crolla ponte, morti tre dipendenti Enel

Il maltempo che si è abbattuto nelle ultime ore nel grossetano, ha provocato ieri sera il crollo di un ponte sul fiume Albegna a Marsiliana, nel comune di Manciano, nel quale è rimasta coinvolta un’auto con a bordo tre impiegati dell’Enel, tra cui una donna, tutti morti. I tre si trovavano sul ponte nel momento esatto in cui è crollato senza lasciare loro nessuno scampo; le squadre di soccorso hanno scavato tutta la notte per recuperare i loro corpi.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, che stanno ancora svolgendo accertamenti, l’acqua del fiume aveva eroso la sponda su cui appoggiava un’estremità del ponte, facendolo crollare. L’automobile è precipitata nel vuoto, tra l’argine e il fiume, successivamente travolta e incastrata dal fango accumulato dalla piena nelle ore seguite al disastro. I soccorritori hanno subito notato i giacconi blu e arancio dell’Enel, grazie ai quali hanno individuato il punto in cui scavare per recuperare i corpi dei tre impiegati.

Già ieri sera un agricoltore di 73 anni era morto all’interno della sua auto travolta dalla piena di un torrente nei pressi di Capalbio; ancora viva ma in gravissime condizioni l’anziana ricoverata da ieri in rianimazione nell’ospedale di Grosseto, dopo che la sua auto era stata travolta da un’ondata a Orbetello. Allerta meteo di livello 2, il più alto, per le prossime ore e fino a mercoledì nelle province di Arezzo, Firenze, Grosseto e  Siena; critica la situazione nella zona del Bruna, in provincia di Grosseto, dove sono già 700 le persone fuori dalle proprie abitazioni, e dove preoccupa molto la tenuta degli argini del fiume Ombrone.