Luna Grillo: segnalata alla Prefettura per cocaina

Certe volte essere figlio di è più uno svantaggio che un vantaggio. Lo sa bene Luna Grillo, figlia del ben noto Beppe Grillo, leader del M5S, che sta vivendo proprio ora il suo quarto d’ora di gloria per qualcosa che sarebbe stato meglio non suscitasse così tanto clamore. La ragazza, una grafica pubblicitaria e cantante rock di 32 anni, che vive a Rimini, è stata, infatti, segnalata alla Prefettura come consumatrice di droga e per l’esattezza di cocaina. Pur sottolineando che Luna non è incorsa in nessun reato, come da prassi, gli agenti hanno portato a termine la segnalazione a carico di Luna come assuntrice di sostanze stupefacenti in quanto il provvedimento amministrativo scatta quasi automaticamente quando un soggetto viene trovato con dosi di droga che entrano sotto la dicitura dell’ “uso personale”.

Il fatto. A quanto pare, mercoledì scorso, 7 novembre, verso le 23, in una piazza di Rimini, durante un normale controllo, la figlia di Grillo, fermata dalla polizia,  ha consegnato spontaneamente la sostanza stupefacente in suo possesso. Si trattava di soli due fagottini: uno da 0,30 e l’altro di 0,16 grammi di cocaina, ma la segnalazione è stata inevitabile e gli agenti hanno, inoltre,  sequestrato le due dosi.