Il DAB arriva in Italia: parte dal Trentino la rivoluzione della radio digitale

Il DAB (Digital Audio Broadcasting) è una tecnologia già ampiamente usata in Europa: sviluppata negli anni ’80, è stata utilizzata per la prima volta dalla Bbc nel lontano 1995. L’Italia, molto indietro su questo aspetto, oggi inizia quella che forse potrebbe essere invece una rivoluzione senza ritorno. Il Trentino è infatti la prima regione che avrà a disposizione delle frequenze digitali tramite cui trasmettere il segnale, grazie alla concessione delle frequenze di banda VHFIII da parte dell’Autorità Garante delle Telecomunicazioni. “Finalmente il digitale radiofonico dopo l’Europa arriva definitivamente in Italia grazie all’impegno di un gruppo di importanti editori radiofonici privati nazionali“, ha dichiarato Fabrizio Guidi, Presidente del Club DAB Italia (società consortile composta da importanti imprese radiofoniche private nazionali facenti capo ai maggiori gruppi editoriali quali Espresso, Mondadori e Sole 24 Ore, oltre ad editori indipendenti come Radio Radicale, RDS e Radio Maria), che si è molto speso per questo importante passo. Presto verranno commercializzati gli appositi ricevitori, visto che le tradizionali radio sono completamente incompatibili con questo tipo di tecnologia.

Cos’è il DAB – Ma cos’è esattamente il DAB? In sostanza si tratta di una tecnologia che elimina il tradizionale Fm, sostituendo la trasmissione analogica con una trasmissione digitale. Conseguenze: eliminato il solito fruscio o la cattiva ricezione dei canali tipici della radio Fm, in favore di una ricezione sempre limpida e impeccabile, oltre che – potenzialmente – di migliore qualità. Potenzialmente, perché spesso le radio, per occupare una banda minore, hanno trasmesso ad un bitrate (la frequenza di campionamento) non molto alto, inficiando anche la qualità del suono. Altra conseguenza: la radio potrà trasmettere anche testi e immagini. E’ stato già annunciato anche il sistema TPEG, un utilissimo sistema di servizi e informazioni in tempo reale sul traffico.