Adriano denunciato, rischia un anno di carcere

Rieccoci nuovamente a parlare di quello che ormai si può considerare un ex giocatore. Adriano Leite Ribeiro sale di nuovo alla ribalta dei media per cose che col calcio non c’entrano nulla. Infatti, la ragazza che la vigilia di Natale del 2011 rimase ferita per un colpo di pistola partito dall’auto del brasiliano, ha sporto denuncia nei confronti dell’ex Inter, che rischia ora un anno di carcere per lesioni colpose. In realtà, la vicenda non è così chiara, dato che la ragazza avrebbe cambiato più volte versione, sino alla decisione di denunciare Adriano e la sua guardia del corpo.

I fatti – Il tutto si svolge il 24 dicembre del 2011, giorno in cui Adriano e la sua guardia del corpo, Julio Cesar de Oliveira, si trovano sulla macchina dell’attaccante assieme a quattro ragazze. Ad un certo punto, dalla pistola di proprietà del body guard, parte un colpo che ferisce ad un mano una delle passeggere, Adriana Cyrilo Pinto. Ovviamente le Forze dell’Ordine si sono occupate del caso, ma lo svolgimento della vicenda è tutt’altro che chiaro: inizialmente sembrava che a sparare fosse stata la stessa ragazza, feritasi accidentalmente; poi invece la Pinto dichiarò che a maneggiare la pistola era proprio Adriano. Da qui la decisione di denunciare l’accaduto. A seguito di indagini e processo, se dovessero essere ritenuti colpevoli, Adriano e Julio Cesar de Oliveira, ex poliziotto, rischiano un anno di carcere.