Quaresma arrestato: ex Inter aggredisce un agente

L’ex Inter nonchè ex re della trivela non sembra davvero più trovare pace. Ricardo Quaresma, militante ora tra le file del Besiktas, è stato protagonista del secondo brutto episodio nell’arco di poco tempo. Prima era stato accusato da un dirigente del proprio club di aver urinato su un magazziniere e di aver mostrato i genitali ad alcune hostess dello stadio del Trabzonspor, ora invece è finito agli arresti per aver aggredito un poliziotto. Il tutto è successo a Lisbona: il lusitano si trovava nella capitale portoghese poichè doveva testimoniare in un processo per furto che lo vedeva come parte lesa.

Aggressione – Recatosi presso il tribunale, qualcosa è andato storto. Una zingara, infatti, ha derubato la madre di Quaresma portandole via un orologio. Tolotsi la cravatta, l’ex Inter ha deciso di farsi giustizia da solo ed è uscito dal tribunale per dare una lezione alla zingara avventata. Comprese le intenzioni tutt’altro che pacifiche del giocatore e dei suoi, un poliziotto si è messo in mezzo per far sì che l’autrice del furto non subisse conseguenze troppo pesanti. Per tutta risposta, Quaresma ha aggredito e colpito l’agente. Ora sotto processo ci finirà il portoghese, con l’accusa di “aggressione ad un rappresentante delle forze dell’ordine”. Forse è vero, al peggio non c’è mai limite.