Odio razziale: 4 arresti tra i militanti italiani di Stormfront

Quattro persone, residenti in varie zone d’Italia, dalla Lombardia all’Abruzzo, sono state arrestate nell’ambito di un’operazione condotta dalla polizia postale e in collaborazione con la Digos, per aver diffuso idee a sfondo razziale e istigato il compimento di atti discriminatori sulla sezione italiana del sito Stormfront. Altre 17 persone sono state denunciate a piede libero.

Gli arrestati sono: Daniele Scarpino, di 24 anni e residente a Milano, promotore dell`associazione e moderatore del forum, Diego Masi trentenne della provincia di Frosinone e Luca Ciampaglia, di 23 anni e residente in provincia di Pescara, altri due  moderatori del forum, e Mirko Viola, di 42 anni, residente in provincia di Como, utente particolarmente attivo sia all’interno dell’associazione che nel forum. Secondo le indagini, iniziate nell’ottobre del 2011, ricoprivano ruoli di promozione e direzione dell’associazione a delinquere che utilizzava il sito Stormfront per diffondere le idee razziste vicine all’ideologia nazionalsocialista.

Il forum in lingua italiana presente sullo spazio web www.stormfront.org era già da tempo sotto il mirino degli investigatori anche a seguito di numerose segnalazioni pervenute da privati cittadini, a causa dei contenuti di carattere discriminatorio, razzista, diffamatorio e inneggianti alla violenza razziale. Durante le perquisizioni eseguite a carico degli indagati, sono stati sequestrati apparati e supporti di memoria informatici, documenti, pubblicazioni e volantini, tutti riconducibili a ideologie razziste, oltre ad armi da taglio e altri oggetti considerati pericolosi. Gli altri diciassette denunciati sono ritenuti affiliati all’associazione.