Domenica In – Così è la vita: la riabilitazione di Sara Tommasi

Mentre Internet è letteralmente impazzito per l’annuncio del suo ultimissimo film hard, che ora pare una bufala, Sara Tommasi si riabilita, grazie a Don Mazzi, all’interno del contenitore domenicale condotto da Lorella Cuccarini. Oggi, domenica 18 novembre, su Rai 1, infatti, la Tommasi e la madre hanno parlato della loro esperienza a Domenica In – Così è la vita.

L’intervista – confessione. Una Tommasi molto provata, lucida come non la si vedeva da tempo, quantomeno non di certo nel primo film hard, e a tratti sorridente sotto braccio a Don Mazzi, riguardo a tutti i suoi errori e al suo periodo buio, che sta cercando di sconfiggere grazie alla fede, ha dichiarato: “Hanno approfittato di me delle persone. Sono stata poco serena” aggiungendo  “Ho dovuto trascorrere dei giorni in clinica. Sogno una vita più tranquilla e riservata, lontano dai riflettori”. Nel proseguimento dell’intervista la soubrette laureatasi alla Bocconi e che ha iniziato la sua carriera televisiva grazie all’Isola dei Famosi, quella ancora condotta da Simona Ventura, oltre a ribadire che è entrata nel piccolo schermo per caso, parlando della madre ha detto: “Con lei ho un rapporto stupendo. E’ come la mia miglior amica”. Insomma se il percorso riabilitativo che si profila sembra veramente lungo e parecchio impervio, a quanto pare, però, dalla sua parte vi sarà sicuramente sua madre, la fede e Don Mazzi che ultimamente sembra prendersi parecchio cura dei Vip decaduti.

La madre. Nel mentre, in studio, dalla Cuccarini, la mamma di Sara, tanto criticata ed additata per lo stato della figlia e per le sue mancanze nell’educazione ha raccontato: “Purtroppo mi sono ammalata io di Parkinson. E’ stato un po’ destabilizzante per me. Io con una diagnosi così sono stata un po’ presa da me stessa e lei in quel momento avrà sofferto, ma stavamo distanti. Appena me ne sono accorta ho cercato di fare il mio meglio. Ho sbagliato io, che dovevo subito ricorrere alle cure mediche. Invece ho provato a convincerla da sola e lì forse ho perso tempo”. Per quanto riguarda Milano ed il mondo dello spettacolo la madre di Sara ha detto: “All’inizio ero tranquilla perché ha fatto la Bocconi in quattro anni. Certo, sapevo che lei sognava il mondo dello spettacolo ma almeno con una pezzo di carta avrebbe avuto garantito un lavoro. Per me il giorno più bello è quando mia figlia ha preso la laurea. Per mia figlia quando ha saputo che doveva andare all’Isola. Nella diversità di caratteri ci siamo sempre amate” Anche se l’ultima frase suona come un pericoloso campanello d’allarme, una frase a cui in molti potranno attaccarsi per continuare a criticare, forse, questa volta, la signora Tommasi ha compreso la situazione e pur sapendo i desideri della figlia cercherà di aiutarla proprio perché, una ragazza così giovane, anche se ha fatto molti errori, deve poter riprendersi in mano la propria vita.