Anticipazioni “L’infedele” del 19 novembre: le rivolte in piazza e il Monti Bis

Crisi della politica, rivolte in piazza e il possibile Monti Bis. Sono questi i temi centrali della puntata di stasera de “L’infedele”, in onda stasera su La7 alle 21.10. Si parte dalle proteste di questi ultimi giorni in piazza: delle tranquille proteste studentesche, in teoria, diventate guerriglie urbane tra studenti e polizia. Specchio di una società in cui la tensione sociale si sta acuendo, a causa anche – soprattutto – di una politica che pensando a sé troppo a lungo ha dimenticato di capire in che direzione andava il paese. Quali sono le ragioni esatte di quella che lo stesso Lerner ha definito “stanchezza sociale”? Questo è il primo interrogativo che verrà affrontato stasera, mentre sarà costante l’aggiornamento da Tel Aviv riguardo al conflitto israelo-palestinese, drammaticamente riesploso in questi giorni.

Dalle colpe della politica si passa ad uno degli spettri più grandi dei prossimi mesi: le elezioni politiche. Di fronte ad un rimescolamento delle carte e ad una fiducia sempre meno accordata ai politici, gli italiani potrebbero essere sedotti da un Monti Bis? In effetti, dal sostegno di Montezemolo a Monti alla lista civica di Ambrosoli a Milano, tutto sembra convergere in una sola direzione: la richiesta ai partiti di farsi da parte, che nasce da un malcontento diffuso tra la popolazione. Senza contare l’onda montante del Movimento 5 Stelle, assurto per molti italiani a panacea di tutti i mali. E’ davvero la fine per i partiti tradizionali o è solo una fase? Molti gli ospiti in studio pronti a discutere di questi argomenti caldi: Umberto Ambrosoli, figlio del noto Giorgio Ambrosoli candidato alla Presidenza della Regione Lombardia; Manuela Dviri israeliana e pacifista; Andrea Olivero; Bruno Tabacci e Laura Puppato (candidati alle primarie per il PD); Sergio Scalpelli e Pierpaolo Leonardi.