Casini corteggia Montezemolo: Idee condivisibili. Pd all’attacco.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:27

La discesa in campo di Luca Cordero di Montezemolo è stata apprezzata dal leader dell’Udc, Pierferdinando Casini così come il suo discorso: “Da Montezemolo parole di buonsenso condivisibili. Ieri sono uscite proposte serie, ragionamenti pacati di persone perbene che vogliono contribuire al rinnovamento politico e dell’Italia. Ho trovato molta sintonia. L’Italia ha bisogno in tutti i campi di più concorrenza, non di meno concorrenza”.
Sia Montezemolo che Casini, infatti, appoggiano la possibilità di un nuovo governo guidato da Mario Monti, per continuare a raggiungere gli obiettivi delineati in ambito Ue.
All’attacco invece il Partito Democratico. Secondo Rosy Bindi: “La Dc è stata una cosa seria, non un progetto improvvisato con una convention. Montezemolo non è certo un volto nuovo della politica italiana. Non fu lui che venne incaricato da Berlusconi di difendere il made in Italy all’estero? Vorrei poi sapere se nell’assemblea di ieri c’era un’idea comune tra loro su come riformare il welfare”.
Il Pdl non promuove e non boccia Montezemolo, le idee appaiono interessanti, ma occorre vederle in pratica: “Vedremo com’è il sistema elettorale, ma il fatto che in modo assai chiaro e netto Bersani punta a guidare un articolato schieramento di centrosinistra in cui la sinistra radicale è fortissima non può non portare Montezemolo a fare i conti col fatto che deve per forza allearsi col centrodestra tradizionale altrimenti ripete l’operazione fatta nel passato da Martinazzoli e cioè dare il via libera alla sinistra costruendo un centro che non si allea col centrodestra“, ha detto Fabrizio Cicchitto.

Matteo Oliviero

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!