L’insoddisfazione sessuale influisce negativamente sulla salute delle donne

Ci voleva un’indagine statistica per distruggere il mito del maschio italiano. Secondo una recente ricerca, infatti, le donne del Belpaese non apprezzano più come una volta le prestazioni sessuali dei partner maschili. Dalle 938 interviste rivolte a donne di età compresa fra i 20 e i 55 anni, è risultato che le performance sessuali degli uomini italiani sono in netto calo. Ben sette italiani su dieci si sono beccati una sonora bocciatura. Risultato: le donne sono insoddisfatte del sesso. Un elemento che non ha solo a che fare con importanti fattori psicologici, ma anche con la salute delle donne stesse: alcune recenti ricerche hanno infatti dimostrato che l’insoddisfazione sessuale può portare a problemi cardiaci o di altro tipo.

Soddisazione sessuale e salute – L’insoddisfazione sessuale femminile è stato l’argomento caldo del decimo Congresso della Società Italiana di andrologia e medicina della sessualità (Siams), tenutosi a Lecce. È stata la dottoressa Katherine Esposito, docente di Endocrinologia, diabetologia e malattie del metabolismo alla Seconda Università di Napoli, a dare alcune spiegazioni sul legame tra insoddisfazione femminile e problemi di cuore. Le donne insoddisfatte dal sesso, a quanto pare, sono esposte ad un maggior rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete. Gli esperti hanno infatti spiegato che la soddisfazione sessuale è un insieme di fattori endocrini, psicologici e ormonali, nella donna come nell’uomo. Se, dunque, la disfunzione erettile maschile è sintomo di altri problemi, anche un deficit nella sessualità femminile può rivelare vari malfunzionamenti dell’organismo. Nella lista delle cose che il sesso aiuta a prevenire, dunque, si aggiungono anche le malattie cardiovascolari: già da tempo, dopotutto, gli esperti avevano segnalato come fare sesso almeno due volte a settimana aiuti il reparto cardiaco.