Palermo: bimba di due anni azzannata da pitbull

Una bambina di due anni è stata aggredita da un pitbull nel pomeriggio di ieri, nel quartiere Brancaccio a Palermo, quando, insieme ai genitori, era andata a trovare dei parenti. La piccola era entrata nella casa con un lecca lecca in mano, oggetto che con molta probabilità deve aver infastidito o innervosito il cane che, improvvisamente, si è lanciato contro la bambina, mordendola alla testa.

Immediato l’arrivo dell’ambulanza che ha trasportato la piccola d’urgenza all’ospedale Buccheri La Ferla dal quale poi è stata trasferita all’ospedale Civico per essere sottoposta a un intervento di chirurgia plastica. Questa mattina è stata di nuovo portata al Buccheri La Ferla dove è tuttora ricoverata in osservazione: al momento del ricovero le sue condizioni erano gravi, ma, a seguito dell’intervento, si è stabilizzata e, al momento, non risulta essere in pericolo di vita.

Sull’episodio sta indagando la polizia e gli inquirenti hanno raccolto le testimonianze dei genitori della bimba, dei parenti proprietari del cane, e dei vicini di casa, nell’intento di risalire all’esatta dinamica dei fatti. I vicini di casa hanno dichiarato di aver sentito le urla della bambina e, dopo essersi affacciati, hanno visto la piccola Martina con la testa insanguinata e un uomo che le teneva il capo; accanto la mamma che urlava disperata che era stato il cane ad aggredirla. Il pitbull sarà trasferito dalla polizia, in collaborazione con i veterinari del Comune, al canile municipale.