Ddl corruzione, Cassazione: Con la riforma processi a rischio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01

Il ddl sulla corruzione varato dal governo e votato dalle Camere il 31 ottobre scorso, preoccupa e non poco, i magistrati.
I giudici della Cassazione, infatti, esprimono dubbi sul testo, soprattutto sulla parte che riguarda il reato di concussione, che a detta loro metterebbe a rischio numerosi processi ancora in corso.
Le critiche sono contenute in una relazione di 21 pagine presentata dai giudici della Corte di Cassazione che sottolinea i punti più critici, dal reato di “corruzione tra i privati”, ancora poco chiaro e quelli di “traffico di influenze illecite“, che secondo i giudici “non sanziona alcuni tra i comportamenti illeciti più ricorrenti, sanzionando condotte lecite in altri Paesi europei”.

Matteo Oliviero