Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Processo Scazzi/Sabrina Misseri: “Sarah era come una sorella minore”

CONDIVIDI

Il tanto atteso interrogatorio di Sabrina Misseri, all’interno del processo sull’omicidio della piccola Sarah Scazzi, si è tenuto questa mattina dinnanzi alla Corte di Assise di Taranto. La ragazza, accusata dell’omicidio della cugina originaria di Avetrana, piccolo centro del tarantino, è la prima volta che viene interrogata sul banco degli imputati sul rapporto con Sarah, prima di quel fatidico 26 agosto del 2010.

“Sarah era come una sorella minore” – “Può essere capitato qualche rimprovero, qualche ripresa. Ma per me Sarah era come una sorella minore, non una cugina. Siamo cresciute insieme”. Queste sono state le parole con cui Sabrina Misseri ha risposto, emozionandosi, alle domande del pubblico ministero Mariano Buccoliero nell’aula della Corte di Assise di Taranto. Quello che, stando alle parole di Sabrina Misseri, avevano instaurato lei e Sarah, era un rapporto fatto di confidenze e di consigli, un rapporto tra persone che si fidavano l’una dell’altra e che condividevano le loro esperienze e le loro paure; un rapporto tra sorelle, appunto. “Sarah si faceva dei complessi sul suo fisico, tipo le orecchie a sventola o la dentatura imperfetta. Glielo dicevano anche sua madre e gli amici di scuola”.

Sabrina e il rapporto con Ivano – Il pm Mariano Buccoliero ha poi interrogato Sabrina sul suo rapporto con Ivano Russo, amico comune con la 15enne di Avetrana, possibile movente per l’omicidio della piccola Sarah Scazzi. “Ivano mi piaceva, c’era anche attrazione fisica ma non ero innamorata di lui. Non mi sono mai posta il problema di mettermi o no con lui”. In aula questa mattina è stato anche letto uno dei tanti messaggi sul cellulare che il ragazzo avrebbe inviato alla volta della Misseri in cui trapela la possibilità che ci sia stato un rapporto sessuale tra i due. “Ci siamo dati probabilmente un bacio, ma non c’é stato nulla” ha risposto Sabrina la quale, successivamente, ha riferito che il 2 agosto 2010 con Ivano c’é stato un rapporto sessuale, non completo.

Concetta Serrano Spagnolo presente in aula – Nell’aula della Corte di Assise di Taranto questa mattina, oltre alle due principali imputate e a Michele Misseri, rispettivamente padre di Sabrina e marito di Cosima Serrano, era presente anche la madre della vittima, Concetta Serrano Spagnolo, che ha assistito all’interrogatorio di Sabrina Misseri in religioso silenzio.

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore