Ballarò, puntata del 20 novembre: la copertina dello sceicco Maurizio Crozza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:49

Prendendo spunto dal viaggio di Mario Monti negli Emirati Arabi, Maurizio Crozza si presenta al pubblico di “Ballarò” vestito come uno sceicco intenzionato a comprare l’Italia. Primo bersaglio della sua copertina satirica è Matteo Renzi: “A noi Renzi piace molto. Andiamo ghiotti noi di Renzi. Ha solo un piccolo difetto: va troppo poco in televisione”. E poi giù con l’elenco dei programmi a cui Renzi sta partecipando. Ovviamente non poteva lasciarsi scappare l’occasione di bersagliare un leghista. Nello specifico, il malcapitato è Flavio Tosi: “Bello, noi piace Tosi, grande amico di popolo arabo”. E postilla: “Se arrivano gli arabi e ci salvano dalla bancarotta, dobbiamo imparare a pregare tre volte al giorno come loro“.

Smessi i panni dello sceicco, Crozza rassicura: “Gli arabi, non voglio venire in Italia: la benzina costa troppo. Vogliono solo comprare Vendola, perché anche per gli arabi Vendola parla arabo”. Altro bersaglio, le primarie del centro-destra:Ma vi rendete conto che per fare il confronto in tv non bastano tutti i candidati di Sky?“, con un chiaro riferimento al fatto che si contano ben dieci candidati. E poi un immancabile commento sul sequestro del ragionier Spinelli: “Ghedini e Berlusconi hanno telefonato alla Boccassini per avviare le indagini. E’ come se Marchionne andasse da Landini e gli chiedesse: ‘hai mica degli operai polacchi che lavorano in nero’?“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!