Giovane rapinatore si vanta dei suoi colpi su Facebook e finisce in manette

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:15
Adam Dutton, 18enne di Leeds, aveva compiuto con i suoi amici ben 22 rapine, per un bottino complessivo di 50mila euro. Suoi complici erano altri giovanissimi: Aaron Ward (18 anni), Declan Blagborough (17 anni) e un sedicenne; questi ultimi, però, a seguito di uno dei colpi erano stati arrestati. Lui, invece, se l’era cavata: a quanto pare, si vantava spesso dell’abilità con cui era riuscito a sfuggire agli agenti. A tanta presunta abilità, però, non è corrisposta altrettanta furbizia: Adam è infatti stato preso grazie ad alcune foto salvate sul suo cellulare, in cui maneggiava alcuni degli oggetti rubati (ved. foto a corredo dell’articolo). Sul Facebook, inoltre, il giovane discuteva con spacconeria dei colpi compiuti.
La condanna – Dopo aver riconosciuto gli oggetti illegalmente sottratti e spavaldamente messi in bella mostra su Facebook, le forze dell’ordine di Leeds hanno arrestato il giovane, per cui è immediatamente arrivata la condanna: 3 anni di prigione, da scontare in un carcere minorile. La stessa pena era stata inflitta a Ward e Blagborough, mentre il loro collega sedicenne (il cui nome non è stato diffuso per ragioni legali) è stato condannato a 18 mesi di riabilitazione. “Nonostante la loro giovane età questi ragazzi erano dei veri criminali che avevano causato ingenti danni economici e psicologici a decine di persone – ha dichiarato il sergente Lee Fletcher ai microfoni del Daily Mail -. Hanno mostrato arroganza e disprezzo per le vittime vantandosi su Internet delle loro ‘imprese’. Siamo contenti di averli assicurati alla giustizia“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!