God of War: Ascension, sarà il capitolo definitivo?

Ci sono giochi in grado di deviare la naturale evoluzione del divertimento elettronico, titoli che hanno una marcia in più, con personaggi carismatici che rimangono nella mente ma soprattutto nel cuore di chi li gioca a lungo. Esempio lampante è la serie Tomb Raider, ma anche la saga di Gods of War, dove un Kratos sempre più muscoloso spadroneggia senza temere i nemici. A fare la fortuna della serie di Sony si aggiungono i classici controlli che permettono di scegliere tra un attacco leggero, uno violento ed uno speciale, la schivata, il Rage Mode e tonnellate di Quick Time Event. Pare che nel prossimo prequel di God of War: Ascension siano presenti tutti questi elementi.

Ma c’è di più: nel prossimo capitolo, Kratos avrà anche la capacità di riavvolgere il tempo, riportando alla luce strutture altrimenti distrutte e potendo avvantaggiarsi in questo modo su giganteschi nemici. Niente di rivoluzionario per la verità, ma un’intuizione che porterà nuova luce in un gioco epico ma forse dalle meccaniche un pò troppo abusate. La telecamera sarà come sempre dinamica in modo da riprendere le gesta di Kratos da ogni angolazione. Dulcis in fundo, la comparsa di una modalità multiplayer che prolungherà la fruibilità del titolo a dismisura, garantendo ore ed ore di divertimento. L’attesa è cominciata, God of War è atteso sugli scaffali il prossimo 13 marzo.