Astronomi australiani a caccia di alieni

La popolazione di Springbrook, nella Gold Coast Hinterland del Queensland australiano ha costituito una società per provare l’esistenza degli extraterrestri, attraverso l’impiego di un gruppo di astronomi,  perché è convinta di poter essere visitata dagli alieni.

La SMERF- La medesima zona, peraltro si racconta sia anche l’habitat  dello Yowie, una mitica creatura uomo-scimmia che si aggira per le foreste. La “Springbrook Mountain Extraterrestrial Response Force“, conosciuta come SMERF, è stata formata con l’obiettivo  di dimostrare, o almeno tentare, l’esistenza di ET e di altre forme di vita extraterrestre.

La missione– La missione dello SMERF è quella di “esaminare il cielo notturno, esplorare le fluttuazioni peculiari del campo magnetico della Terra e valutare i collegamenti energetici terrestri nello Spazio e oltre“. Infatti, una volta al mese, il gruppo composto da una trentina di persone, si riunisce alla fine di Springbrook Road e si è dichiarato un servizio progettato per rispondere agli interrogativi e determinare, laddove ci siano dei dubbi, la veridicità degli Incontri Ravvicinati del Primo Tipo. Tutto è iniziato circa un anno fa con un gruppo sparuto di persone ma, da quel momento, ha lanciato un sito web e organizzato incontri. Il fondatore Greg Kernaghan ha dichiarato che il suo gruppo ha preso molto seriamente gli avvistamenti affermando che la loro è la prima organizzazione i cui scopi sono l’intercettazione, l’interazione e l’interrogazione di fenomeni legati agli extraterrestri e agli Yowie.