Ordine pubblico, Cancellieri: Ci aspettano mesi difficili

Il Ministro Cancellieri lancia l’allarma ordine pubblico: “L’Italia sta attraversando un momento molto difficile e il governo ne è consapevole da tempo. C’è una situazione di grande preoccupazione e sono mesi che ci stiamo preparando a momenti difficili”.
E ancora: “Tutti dobbiamo renderci conto che siamo chiamati a fare sacrifici. Il momento è molto delicato e occorre fare quadrato attorno alle istituzioni“.
Un’arma importante, secondo il Ministro è rappresentata dall’arresto differito: “Per quanto riguarda le manifestazioni in cui ci sono partecipanti che intervengono con caschi o passamontagna chi ha fatto ordine pubblico sa bene che in certi momenti l’ordine pubblico non può far altro che farli partecipare perché i danni sarebbero peggiori. Una soluzione a questo problema, anche se parziale c’è, e io intendo portarla avanti che è quella dell’arresto differito. L’arresto differito è uno strumento molto efficace che negli stadi ha già dato delle risposte positive“.
Il Ministro ha anche rivolto l’invito ai rappresentanti della politica a stringersi intorno alle istituzioni: “Dobbiamo renderci conto  delle difficile condizioni economiche del Paese e delle risposte che dobbiamo dare. Ci vorrebbe da parte di tutte le forze politiche un forte senso di responsabilità e di consapevolezza; il momento non è facile per nessuno, non è facile per gli altri Paesi europei, non è facile per l’Italia che sta attraversando un momento difficile”.
Per quanto riguarda le forze dell’ordine, Il Ministro Cancellieri ha espresso piena “solidarietà. L’atteggiamento del ministero dell’Interno è stato sempre di assoluto rispetto e abbiamo chiesto di accertare i fatti. Se qualcuno ha sbagliato, pagherà perché è giusto che paghi, chi ha fatto bene sarà premiato perché è giusto che sia premiato“.

Matteo Oliviero