Bergamo: poliziotti giocavano alle slot durante servizio

La Procura di Bergamo ha aperto un’inchiesta contro 11 poliziotti accusati di abbandono di servizio e truffa aggravata ai danni dello Stato. Secondo le indagini gli agenti di polizia si assentavano, quando erano in servizio, per andare a giocare alle slot machine di alcune sale giochi della zona. Quattro di loro, la cui posizione è stata ritenuta più grave rispetto a quella degli altri, sono stati colpiti dalla misura di divieto di dimora a Bergamo: non potranno più nemmeno lavorare nella città almeno fino al termine delle indagini.

Tra gli indagati, sette appartengono alla pattuglia della Volante, uno è in forze all’ufficio immigrazione e tre, sono militari dell’esercito in jeep. I quattro agenti espulsi dalla città, rivestivano ruoli di responsabilità e, a uno di loro, era addirittura stata affidata una pattuglia mista, composta cioè da sia da agenti di polizia che da militari.
Le segnalazioni sull’assenteismo degli 11 indagati sarebbero state fatte dai loro stessi colleghi, a seguito delle quali sono scattati i controlli che hanno permesso di acquisire i filmati delle telecamere di sicurezza di due sale giochi abitualmente frequentate dal gruppo. Le indagini sono ancora in corso, e ci sarebbero ancora molti punti oscuri e vari dettagli sui quali fare luce, ma la presenza degli agenti all’interno delle sale giochi durante l’orario di servizio, è chiaramente testimoniata dai numerosi filmati in possesso della Procura.