Champions League, Luiz Adriano chiede scusa: “Mai più”

L’ultimo turno di Champions League ha visto un episodio che ai più ha fatto gridare all’antisportività. Si tratta della rete del momentaneo 1-1 fra Nordsjaelland e Shakhtar Donetsk segnata da Luiz Adriano. Il giocatore si è solo dopo reso conto del gesto compiuto e ha chiesto scusa: “Sono molto dispiaciuto per quello che è successo, mi scuso con tutti i tifosi e la con la Uefa. Niente di tutto questo mi era mai capitato prima, ho sempre rispettato, rispetto e rispetterò le regole del fair play. Ancora una volta, mi scuso e prometto che questo non accadrà mai più. Sarò più attento in campo e rispetterò le regole del fair play“.

Fatti – Ripercorriamo un momento ciò che è accaduto: intorno al 25′ del primo tempo avviene uno scontro fortuito tra Norstrand dei padroni di casa ed un giocatore del club ucraino. Il gioco si ferma e, alla ripresa, gli ospiti decidono di ridare il pallone agli avversari. E’ William a calciare la sfera nella metà campo danese, ma Luiz Adriano ne approfitta: coi difensori del tutto immobili prende il pallone, salta il portiere ed insacca la rete del pareggio. L’arbitro non può far altro che convalidare, dal momento che quella della restituzione della sfera è una regola che non sta scritta da nessuna parte.

Spiegazioni – L’attaccante brasiliano spiega il suo gesto col fatto di non essersi accorto di cosa fosse successo prima che William calciasse il pallone: “Non ho visto quanto accaduto all’inizio, perchè ero girato di spalle alla palla, verso la metà campo avversaria. Stavo andando verso l’area di rigore e non ho notato quello che è avvenuto nella nostra metà campo“. L’istinto da attaccante ha quindi prevalso, ma il giocatore ha capito: “Più tardi, dopo aver visto il replay dell’episodio e dopo aver parlato con i miei compagni di squadra, ho capito quello che era successo, ed ho completamente cambiato la mia visione sull’episodio“.

http://www.youtube.com/watch?v=lYL-iafelxU