Colletta Alimentare 2012: domani un’altra giornata contro la crisi

Più la crisi morde e più fioriscono iniziative solidali. Domani 24 novembre si svolgerà in oltre 9000 supermercati italiani la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, con l’obiettivo di dare una mano ad oltre 8600 strutture di carità sparse su tutto il territorio nazionale, veri e propri baluardi estremi della civiltà, in grado di salvare dalla fame un numero purtroppo crescente di individui. Con la recessione economica, come è ovvio che sia, diminuisce anche la beneficenza ed è quindi facile intuire come un circolo virtuoso di aiuto possa trasformarsi malauguratamente in vizioso.  Un maggior numero di persone da sfamare, a fronte di minori entrate derivanti dalla solidarietà. Difficile escludere, inoltre, la possibilità che qualcuno in questi anni sia passato da essere artefice di donazioni a destinatario delle stesse.

Un esercito di volontari. Non lo si può chiamare in altra maniera, anche se sprovvisto di qualunque arma offensiva. Saranno infatti ben 130.000 i volontari che all’uscita dei supermercati attenderanno i clienti a donare cibi a lunga conservazione (olio, alimenti per l’infanzia, scatolame come pesce, carne, legumi, pelati e sughi), destinati a mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà e centri d’accoglienza. La Giornata della Colletta Alimentare, va detto, è però solo una sorta di vetrina di un’attività che si svolge in modo sommesso ogni santo giorno dell’anno. Nel 2011 la Rete Banco Alimentare ha raccolto 58.390.000 chilogrammi di cibo, corrispondenti ad un valore economico prossimo ai 130.000 milioni di euro. 1.700.000 persone, questo il numero stimato dei poveri in Italia, contano (anche) su iniziative come questa. La Giornata Naziona della Colletta Alimentare si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Cosa donare. Una lista di acquisti solidali: Olio, Alimenti per l’infanzia come omogeneizzati, farine di ogni tipo, latte, cereali, liofilizzati di carne, pesce, verdure, minestre, pasti pronti, succhi di frutta. Legumi:  fagioli, lenticchie, ceci, piselli, soia e legumi. Cibi in scatola: in particolare pesce e carne. Sughi, passate, pelati, sughi al pomodoro.