Milano: carabiniere spara a uomo armato che non si ferma all’alt

Ennesima sparatoria per le strade di Milano. Sono stati minuti concitati, di alta tensione, quelli che si sono vissuti questo pomeriggio, venerdì 23 novembre, in via Jacopo Palma, in zona Gambara, nel capoluogo lombardo, dove un uomo ha puntato una pistola contro un carabiniere che, in tutta risposta, ha estratto la sua arma di ordinanza sparando alle gambe del malvivente.

La ricostruzione della sparatoria – Una pattuglia mobile dei carabinieri di Milano era arrivata sul posto per effettuare un controllo in un albergo della zona, quando è stato notato un uomo che, dopo aver visto i carabinieri in divisa, ha deviato strada, allungando il passo. Gli uomini dell’Arma dei Carabinieri, incuriositi dallo strano individuo, hanno così deciso di fare un ulteriore controllo, inseguendolo e fermandolo.

La scoperta del malvivente ricercato – L’uomo, un 35enne tossicodipendente, già noto alle forze dell’ordine in quanto pregiudicato, aveva di sicuro le sue buone motivazioni per scappare alla vista della divisa: difatti l’uomo, condannato nel 2011 per rapina aggravata e detenzione di armi, era un ricercato. Quando i carabinieri hanno intimato al 35enne di mostrare loro i documenti, l’uomo ha estratto un’arma da fuoco, una pistola calibro 7.65.

Lo sparo e l’arresto – Alla vista dell’arma estratta dal pregiudicato, il carabiniere che era rimasto all’interno della gazzella ha fatto fuoco verso l’uomo. La schiettezza e la fermezza dell’uomo in divisa gli ha permesso di sparare alle gambe del bersaglio che era davanti a sé, evitando così di puntare gli organi vitali. Il pregiudicato, allora, vistosi accerchiato e ferito, si è gettato a bordo dell’auto dei carabinieri, barricandosi al suo interno, minacciando di suicidarsi. Dopo oltre mezz’ora di negoziazione e l’arrivo di altre squadre mobili a sostegno, i carabinieri sono riusciti a convincere l’uomo ad arrendersi e a farsi trasportare nella struttura ospedaliera più vicina, l’ospedale San Carlo, dove è stato operato.