Rafa Benitez e l’ombra di Guardiola al Chelsea

Da ieri (e fino al termine della stagione corrente),  il nuovo manager del Chelsea è Rafa Benitez. Lo spagnolo sostituisce Roberto Di Matteo, licenziato dopo la sconfitta per 3-0 in Champions League contro la Juventus. All’ex manager Liverpool è stato concesso soltanto un contratto a breve termine; ciò significa che dovrà lavorare molto bene per mantenere il suo ruolo anche nella prossima stagione. Con i campioni d’Europa sul punto di uscire dalla Champions League, l’impresa non sarà però facile da raggiungere.

La nomina di Rafa Benitez è probabilmente una delle meno attese degli ultimi anni: basta dare uno sguardo nei vari forum e siti web dei tifosi “Blues” per capire che lo spagnolo non è una figura molto amata al Chelsea. Ai tempi del Liverpool, infatti, non di rado l’ex tecnico dell’Inter criticava il calore dei tifosi della squadra di Londra. Curioso sarà vedere come sarà accolto dai tifosi alla prima partita ufficiale. Il proprietario Roman Abramovich non è l’uomo più paziente del mondo, anzi, molti lo considerano lo “Zamparini d’Inghilterra”e ora si è affidato ad un allenatore che non ha mai perso il suo affetto per la Premier League. Su questo punta forte la dirigenza dei Blues: la voglia di rivincita del tecnico spagnolo.

Va detto però che Rafa Benitez ha la reputazione di essere un allenatore piuttosto difensivo. Le sue squadre sono famose per essere molto  preparate sui calci piazzati, mentre il sogno di Roman Abramovich è quello di vincere proponendo un calcio d’attacco (chi non vorrebbe poter coniugare le due cose?). Benitez può portare stabilità alla squadra, ma difficilmente porterà lo stile di calcio che desidera padron Abramovich. E intanto sarebbe clamorosa l’offerta che Abramovich avrebbe avanzato a Pep Guardiola. Il patron del Chelsea avrebbe messo sul piatto 18 milioni di euro a stagione, per convincere il tecnico a sedere sulla panchina dei blues, ma l’ex allenatore del Barcellona avrebbe preso tempo: la sua decisione verrà ufficializzata solo nei primi giorni del 2013.