Servizio Pubblico, Brunetta a Vendola: “Io mi eccito normalmente”

Omofobia nonché riferimenti alla sessualità di Vendola totalmente gratuiti, durante la puntata di ieri sera di Servizio Pubblico l’ex ministro Renato Brunetta, ospite in studio insieme a Nichi Vendola, candidato alle primarie del centrosinistra e dichiaratamente omosessuale, durante un’accesa discussione con il rappresentante del Pd ha ritenuto opportuno sottolineare, senza alcuna pertinenza rispetto agli argomenti dibattuti, che lui, al contrario di Vendola, si eccita normalmente. Inutile e ridondante sarebbe puntualizzare il sottotesto offensivo e svilente che questa frase, estratta dal cilindro senza alcun legame con gli argomenti trattati, contiene. Vendola mostra grandissima signorilità non permettendo a questa bassezza di scalfirlo.

Si inalbera non poco, invece, il conduttore Michele Santoro quando, per l’ennesima volta l’ex Ministro gli chiede di dichiarare il proprio guadagno: “Michele Santoro, lei quando guadagna? Quest’anno. Quando guadagna, lei, Santoro in un’azienda in perdita come La 7?”Santoro risponde: ‘Io non sono un dipendente de La 7. Lei è l’unico che non lo sa in Italia. Io sono una società indipendente. Quando pubblicherò i bilanci della mia società, metterò quanto ho guadagnato‘. Brunetta incalza con la medesima domanda finché il giornalista non puntualizza “Più trasparenza di così. E’ tutto sulla rete. E ho chiesto a lei di farli mettere anche a Vespa“. Brunetta ribatte: “La Rai si è rifiutata”, Santoro asserisce “Lei sta dicendo il falso. C’è stata un’interrogazione parlamentare solo su di me. Lei sta dicendo un sacco di sciocchezze.”

Segue un litigio al termine del quale Santoro chiede scusa e poi riporta la trasmissioni a toni normali.