Sicilia: Crocetta propone Zichichi assessore ai Beni culturali

Rosario Crocetta, neo governatore della Regione Sicilia, si è detto intenzionato, fin dalle prime battute, a fare le cose in grande. Difatti, dopo aver proposto il ruolo di assessore allo spettacolo al cantautore siciliano Franco Battiato, che di buona leva ha accettato l’incarico, ora è deciso di proporre il ruolo di assessore ai Beni Culturali al fisico Antonio Zichichi.

Assessorato Beni Culturali ad Antonio Zichichi – “Sentirò il professor Zichichi in tarda mattinata per chiedergli di fare l’assessore ai Beni culturali nell’ambito della politica di valorizzazione dei grandi siciliani e di internazionalizzazione dell’immenso patrimonio ambientale, monumentale e archeologico della Sicilia” ha detto il neo governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, che ha sottolineato come la candidatura del fisico Antonio Zichichi, originario di Trapani, luminare nel suo campo, “è in coerenza con la giunta di alto profilo che sto formando”.

Dopo Battiato è la volta di Zichichi – Dopo la scelta ricaduta sul maestro Franco Battiato per quanto riguarda l’assessorato allo Spettacolo, l’ex sindaco antimafia di Gela, ora neo governatore della Sicilia, ha posto l’attenzione sull’attuazione del suo piano che prevede la scelta di personaggi che rappresentano grandi personalità ma che sono al di fuori del mondo politico, “per segnare una vera svolta in Sicilia”. Dopo la notizia, trapelata dallo staff vicino al presidente siciliano, proprio Crocetta si è detto “convinto che Antonio Zichichi accetterà la sua offerta, perché il fisico ama molto la Sicilia”. L’ingresso del luminare della fisica nella giunta siciliana, seguirebbe quelli del musicista Franco Battiato, del pm antimafia di Caltanissetta Nicolo’ Marino, di Linda Cancheri, funzionaria di Confidustria, e di Lucia Borsellino, figlia del giudice Paolo Borsellino, ucciso nella strage di via D’Amelio.