Stasera 23 novembre: Milano omaggia Luigi Tenco

Un omaggio di classe all’indimenticato e grandissimo cantautore Luigi Tenco: l’uomo che dice cosa pensa dentro. Questo il filo conduttore che animerà stasera, Venerdì 23 novembre 2012, il circolo Arci Bellezza di Milano. Per accedere al locale è necessario esibire la tessera Arci, è possibile anche registrarsi sul posto pagando la canonica quota associativa. L’ingresso è previsto per le ore 22.00. Verranno ripercorsi i brani più belli di uno dei più grandi e sinceri compositori della storia della musica italiana d’autore: Luigi Tenco. A sostenere le parole d’amore, di speranza e di protesta del grande artista, ci saranno alcuni fra i cantautori più conosciuti della scena indipendente italiana dei nostri giorni.

Cesare Malfatti: la sua storia lo vede chitarrista degli Afterhours, poi fondatore dello storico progetto “La Crus” con Mauro Ermanno Giovanardi, infine, fra le mille collaborazioni, cantautore solista dal 2011 di un mondo delicato e commovente.
Micol Martinez: cantautrice e attrice, ha esordito in Italia nel 2010 con l’album “Copenhagen” seguito nel 2012 da “ La testa Dentro ”. Micol è riconosciuta da tutta la stampa di settore come il fenomeno femminile più interessante degli ultimi anni.
Sarah Stride: cantautrice milanese agli esordi, Sarah debutta quest’anno con il suo omonimo disco, Sarah Stride, nato dopo anni di collaborazioni teatrali e musicali con i più interessanti artisti milanesi. Anche lei, e la sua voce incantevole, sul palco dell’Arci Bellezza.
Fabrizio Consoli: nasce a Milano, dove attualmente vive. E’ protagonista, dagli anni ’80, di un’intensa attività di session man al fianco di diversi artisti di primo piano della scena musicale italiana, quali Eugenio Finardi, Alice,C. De Andrè, Mauro Pagani, PFM, O Fado, “La notte delle Chitarre” e moltissimi altri, intraprendendo anche una lunga serie di tournèe dal vivo, sia in Italia che all’estero. Il suo ultimo cd “Live in Capetown” è una piccola galleria di colorite esperienze assolute e condivisibili e proprio per questo capaci di emozionare.