Giornata violenza sulle donne: iniziative in tutta Italia

Il termine ‘femminicidio’ diventa, giorno dopo giorno, sempre più usuale e ricorrente, purtroppo, nelle notizie di cronaca nera nel nostro Belpaese, così come nel resto del mondo. La violenza sulle donne e il loro assassinio, da parte della brutalità e della prepotenza maschile, rappresenta oramai, anche se è triste dirlo, una realtà che vediamo sotto i nostri occhi tutti i giorni. Spesso facciamo finta di non vedere, ma ora non è più tempo di tacere. Secondo i dati raccolti dal Telefono Rosa, dall’inizio del 2012 ad oggi sono 113 le donne uccise, di cui 73 assassinate dal proprio partner, ma il dato non è ufficiale visto che qui in Italia non esiste un osservatorio nazionale sul femminicidio.

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne – Domani, 25 Novembre, si celebrerà in tutto il mondo la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. In programma ci sono tanti eventi per la difesa dei diritti delle donne, e tanti saranno gli appuntamenti nelle piazze e nei teatri di tutto il mondo. Il 25 novembre è stata scelta dall’Onu come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, su indicazione nel 1981 di un gruppo di donne riunitesi in un consesso femminista a Bogotà, perché fosse ricordata la vicenda delle sorelle Mirabal, tre giovani donne, assassinate il 25 novembre di oltre mezzo secolo fa perché si erano opposte alla tirannia di un governo brutale come quello di Rafael Leonidas Trujillo, nella Repubblica Dominicana. La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne prende le mosse proprio dal sacrificio di Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa e di Patria Mercedes, uccise mentre andavano a trovare i propri mariti in carcere.

Gli appuntamenti – Da Nord a Sud, l’Italia si prepara ad onorare e a ricordare le donne, vittime della brutalità maschile, con mostre, film, incontri e marce, per dar forza alle tante donne che subiscono quotidianamente abusi da parte dei propri uomini ma che non hanno avuto ancora il coraggio di denunciare alle autorità competenti la loro misera situazione. A Trento, lo spettacolo teatrale gratuito di Lella Costa dal titolo ‘Recital’, proporrà un monologo sul mondo femminile e sul ruolo della donna negli anni Settanta, mentre per chi abita a Vicenza e dintorni potrà assistere a spettacoli, mostre e proiezioni sulla violenza contro donne indifese. A Milano, invece, è stata organizzata una rassegna cinematografica dal titolo ‘Siamo pari! La parola alle donne’, mentre a Bologna, fino al 5 dicembre, si potrà assistere alla VII edizione del festival ‘La violenza illustrata’, con proiezioni gratuite e ospiti di spicco, come Dacia Maraini e Luisella Costamagna. Sempre a Bologna, il 30 novembre andrà in scena lo spettacolo di Serena Dandini dal titolo ‘Ferite a morte’. Definito dalla stampa come “la Spoon River delle vittime di femminicidio”, vede sul palco la partecipazione di 11 donne famose in diversi campi, da Concita De Gregorio a Ambra Angiolini passando per Lorella Zanardo e Micaela Ramazzotti. Il biglietto è gratuito e su prenotazione. Lo spettacolo parte dal Teatro Biondo di Palermo il 24 novembre e chiude il tour a Genova, il 9 dicembre, al Teatro della Corte. Nella Capitale, invece, nella giornata di domani si potrà assistere a ‘Female Against Violence’, festival nato dall’iniziativa della rete di Se Non Ora Quando? e Female Cut che vede tra le protagoniste le attrici Lunetta Savino, Francesca Reggiani e Veronica Pivetti, e dove ci saranno esibizioni e mostre.