Vendola su Sky: “Il Tg1 ha boicottato la mia campagna elettorale”

Il clima si fa rovente nel centrosinistra, quando mancano solo poche ore all’apertura dei seggi che decreteranno quale tra i cinque candidati sarà il nuovo frontman (per par condicio diremo ance frontwoman, visto la candidatura di Laura Puppato) che rappresenterà il Pd alle elezioni politiche del 2013.

Vendola contro il Tg1 – Nichi Vendola, leader di Sinistra Ecologia e Libertà, candidato alle Primarie del Pd, durante la conferenza stampa andata in onda oggi pomeriggio sulla piattaforma privata di Murdoch, Sky, ha rilasciato diverse dichiarazioni sulla sua eventuale vittoria di domani, 25 novembre 2012, giornata dedicata alle Primarie del Partito Democratico, e sull’atteggiamento assunto nella campagna elettorale appena terminata sia da lui che dai suoi diretti avversari. Stando alle parole dichiarate dal governatore della Regione Puglia nella sua conferenza stampa di oggi, alcuni media a livello nazionale e pubblico, non si sarebbero comportati in maniera equa con tutti e cinque i candidati del Pd. In particolare, Nichi Vendola ha puntato il dito contro il Tg1 delle 20 di ieri sera che, secondo il leader di Sel, avrebbe boicottato la sua campagna elettorale, non affidando a lui lo stesso spazio che invece era stato destinato ad altri concorrenti delle Primarie Pd.

Tg1 non equo con i cinque candidati del Pd – Se guardiamo nel dettaglio i servizi che sono stati mandati nel Tg1, infatti, notiamo che la suddivisione del tempo legato alle interviste ai cinque candidati alle Primarie del Partito Democratico, non sono state suddivise in maniera equa: al sindaco rottamatore di Firenze, Matteo Renzi, sono stati dedicati 4 minuti e 9 secondi,  mentre al governatore della Puglia Nichi Vendola, assieme a Bruno Tabacci e a l’unica donna in gara, Laura Puppato, sono stati dedicati solo 3 minuti complessivi; sorprende invece l’arco di tempo dedicato alle dichiarazioni del segretario del partito, Pierluigi Bersani, a cui sono stati dedicati  ben 7 minuti per il  suo intervento.