Bangladesh: strage in una fabbrica tessile, 121 morti

È stata una giornata di dolore e di disperazione a Dacca, capitale del Bangladesh, dove un incendio scoppiato in una fabbrica tessile, situata alla periferia della città, ha provocato la morte di 121 persone. L’ingente incendio si è propagato sabato sera nel piano terra della fabbrica Tazreen Fashion, a una trentina di kilometri dal Nord di Dacca. Le fiamme si sono sviluppate al piano terra di un edificio di nove piani nella zona industriale di Ashulia e si sono rapidamente diffuse. I vigili del fuoco hanno lavorato per circa cinque ore prima di riuscire a spegnere l’incendio.

I primi soccorsi e le dichiarazioni dei sopravvissuti – “Ai piani alti non ci si è resi conto subito che il magazzino era in fiamme, – ha raccontato un uomo sopravvissuto all’incendio della fabbrica tessile -. Tutte e tre le scale che conducono alle uscite passano per il magazzino. Io mi sono salvato perché ho rotto un vetro e sono saltato dalla finestra”. Molti, infatti, sono stati coloro che, per trarre in salvo la loro vita, hanno preferito gettarsi dalle finestre del palazzo di nove piani, pur di non affrontare la furia delle fiamme. “C’erano più di un milione di operai in trappola nella fabbrica”, ha dichiarato una sopravvissuta di 42 anni ai medici che l’hanno soccorsa. “Ho saltato dal quarto piano e sono atterrata sul tetto di una palazzina di tre piani. Molte persone sono cadute morte”, ha aggiunto la donna.

Altri casi di incendi a fabbriche tessili – La fabbrica tessile in cui sabato sera è divampato l’incendio che ha portato alla morte di 121 persone, produceva capi di abbigliamento destinati all’esportazione verso i paesi occidentali. Le cause dell’incendio non sono ancora note. Molte di queste aziende tessili che producono vestiti destinati all’occidente sono dotati di circuiti elettrici difettosi e di misure di sicurezza assai blande. Un caso analogo a quello successo ieri sera a Dacca, capitale del Bangladesh, è quello accaduto nello scorso settembre a Karachi, la capitale economica del Pakistan, dove un incendio si è sviluppato all’interno di una fabbrica tessile, causando la morte di più di 300 operai.