Bioshock Infinite: dagli abissi marini al cielo azzurro

Bioshock Infinite è il titolo in uscita il prossimo 26 febbraio da parte del team di Irrational Games. Se con i primi due Bioshock abbiamo imparato a muoverci in un ambiente marino popolato di curiosi e sinistri personaggi, nel prossimo episodio vivremo le nostre avvenutre letteralmente con la testa fra le nuvole. La città di Columbia infatti è una metropoli realizzata per aria: palazzi e strutture fluttuanti collegate attraverso un elaborato sistema di ponti e carrucole saranno il nostro paesaggio futuristico dall’inizio alla fine dell’avventura. Se Rapture, la città sommersa dei primi capitoli, ci aveva visti al centro di una guerra civile nelle profondità marine, Columbia ci proietta verso l’alto, in una città sospesa da lasciare a bocca aperta.

Gli sviluppatori stanno incentrando lo sviluppo della trama sulle relazioni tra i personaggi. Fondamentale sarà per il videogiocatore avere a che fare con la popolazione di Columbia per scoprire i segreti della nuova avventura ed accedere con ogni probabilità a missioni secondarie. La città di Columbia rappresenta la dimostrazione da parte dell’America della propria supremazia tecnologica. Siamo agli inizi del ‘900 e costruire una città volante in grado di girare il globo terrestre significa poter usufruire di tecnologie all’avanguardia. E’ qui che il nostro alter ego Booker DeWitt cercherà di salvare Elizabeth, una ragazza misteriosa intrappolata in una torre di Columbia. Nel frattempo, in giro per i cieli, si consuma una nuova guerra civile tra il partito nazionalista e gli oppositori. Poco altro ci è dato sapere sulla trama, ma se avete amato i primi due Bioshock, il nuovo episodio rinnoverà la saga portando elementi esaltanti. Da non perdere.