Epic Mickey 2: un bel gioco soltanto a metà

Destinato ad un pubblico di giovani videogiocatori, il secondo capitolo della serie Epic Mickey, seppur essendo artisticamente molto ispirato, non riesce pienamente a convincere a causa di eccessivi bug e di alcune scelte non proprio azzeccate. Il titolo vede la presenza anche di un secondo personaggio giocante, Oswald, che accompagnerà Topolino nel suo girovagare. Il gioco è pensato per i bambini certo, ma il mondo di gioco, pieno di elementi dark, e la mappatura dei tasti, non propriamente agevole per un bimbo lo rendono adatto anche per un pubblico più adulto. Il nuovo capitolo è ambientato nel paese di Rifiutolandia: sebbene il temibile macchia nera sia stato sconfitto, i problemi in quelle lande desolate non sono finiti.

La premiata ditta Topolino-Oswald si immergerà dunque in questa nuova avventura per ristabilire un briciolo di serenità nel mondo di gioco. Nel farlo, i due personaggi avranno a disposizione i mezzi conosciuti già nello scorso capitolo: maneggeranno un pennello magico che permette di ricolorare e cancellare pezzi di mondo con un semplice tocco. Epic Mickey 2 risulta un gioco anche divertente se giocato in due, ma delude, e parecchio, se giocato in singolo a causa di alcuni pesanti e gravi bug che in alcuni casi rendono difficoltoso avanzare nella campagna e dei controlli per niente precisi. Difetti che minano alla base la bontà di un titolo certamente dalle grosse potenzialità ma probabilmente mal sfruttate. Indicato soltanto per i più piccoli affezionati al personaggio di Topolino.