Germania: brucia un centro per disabili, 14 morti

Tragedia a sud della Germania dove sono morte quattordici persone per un incendio divampato in un istituto-fabbrica per la riabilitazione dei disabili. L’incidente è accaduto nella Foresta Nera, in Germania, a Titisee-Neustadt, a 40 km ad est da Friburgo.

Incendio in un istituto per disabili – La tragedia si è consumata attorno alle ore 14 di oggi, in seguito ad un’esplosione in un magazzino di legname che si trovava adiacente all’istituto per disabili. Le fiamme si sono propagate velocemente arrivando al tetto della costruzione, sviluppando un denso fumo. Al momento dell’esplosione all’interno della struttura stavano lavorando cinquanta disabili, quattordici dei quali sono morti, mentre altri sette risultano feriti. Gli altri sono stati tratti in salvo dagli uomini dei vigili del fuoco che celeri sono arrivati sul luogo dove è divampato l’incendio.

Le cause dell’incendio – Non sono ancora chiare le cause dell’incendio. Tutto potrebbe essere stato scatenato dall’esplosione in un deposito, ma le forze dell’ordine che stanno indagando sul caso del disastroso incendio scoppiato questo pomeriggio nell’istituto-fabbrica che ospitava dei disabili, che è costato la vita a quattordici di loro, stanno cercando di capire se all’interno dell’edificio fossero stoccati materiali chimici, che potrebbero aver innescato l’incendio.

Le operazioni di spegnimento e recupero – Le operazioni di spegnimento delle fiamme sono durate oltre due ore e l’edificio è tuttora avvolto nel fumo. Molti disabili, vistisi circondati dalle fiamme, sono stati presi dal panico e questo ha reso ancora più complicato l’intervento celere dei vigili del fuoco: “Abbiamo a che fare con persone che per natura non reagiscono in modo razionale”, ha spiegato uno dei responsabili dell’operazione Alexander Widmaier. Sul posto sono stati inviati 300 soccorritori e diversi elicotteri per tamponare la situazione.