Calciomercato Inter, scambio Sneijder-Pastore

Ormai è fin troppo facile tirare in ballo il PSG quando si tratta di mercato. Nasser Al-Khelaïfi ha dimostrato di essere uno che fa sul serio sul mercato, con l’acquisto dei più grandi campioni per la rinascita del suo club, mentre Ancelotti non smentisce e non accusa praticamente mai. Anche sul caso De Rossi aveva fato scalpore, dichiarando che non era interessato a Pato perché non avrebbe potuto essere schierato in Champions League, mentre De Rossi sì. E allora tra il serio e il faceto bisogna essere in grado di interpretare le dichiarazioni del mister internazionale, uno che è stato in grado di attraversare Italia ed Europa con la sua tattica all’italiana.
Arrivano tempi di crisi anche per l’Inter di Moratti, che non è più in grado – o forse intenzionato – di sostenere l’ingaggio multimilionario di Wes Sneijder: 6 milioni di euro l’anno.

Ipotesi milanese – L’inter si è detta disponibile a spalmare 4 milioni di euro, ma Wes non ci sta e l’olandese è ormai un separato in casa. I problemi non si possono più nascondere e il gioiellino che ha rilanciato l’Inter negli anni passati ora guarda le partite da casa ed è in stand-by. Le premesse, dunque, sembrano scartare con decisione la possibilità di uno scambio casalingo, addirittura senza uscire da Milano: il club rossonero potrebbe infatti pensare a uno scambio con Kevin Prince Boateng, giocatore che dopo la partenza di Ibrahimovic non sembra più in grado di reggere il confronto con il passato. Ma l’orientamento del nuovo Milan di Berlusconi e Galliani non sembra esserci posto per un ingaggio così pesante.

Ipotesi francese – Un richiamo forte per Ancelotti e il suo PSG, il cui proprietario sembra l’unico al momento in grado di gestire un ingaggio come quello richiesto da Sneijder. Dall’altra parte c’è uno Javier Pastore che dopo i fasti di Palermo non sembra più in grado di dare il meglio. Chi lo paragonava a Kakà ora non può fare altro che scuotere il capo e pensare che forse l’ambiente non è quello giusto e che non tutti gli acquisti riescono con il buco. Due assi, Pastore e Sneijder, ma ognuno sembra essere nella manica sbagliata. L’ipotesi di uno scambio potrebbe rimescolare le carte e avvicinare i due club per una trattativa invernale.