Il mercato delle app quasi a quota 30 miliardi di dollari

Come una piccola rivoluzione nella rivoluzione, ormai anche il mondo degli smartphone e le sue applicazioni stanno cambiando la nostra vita. Dopo l’introduzione dei dispositivi digitali e la nascita di internet, la terza grande frontiera dell’innovazione di questi ultimi due decenni è caratterizzata dalla telefonia mobile. Dal 2007, anno in cui è stata introdotta nel mercato la prima release di iOS, il sistema operativo dell’iphone, questo è stato e rimane un settore in rapida espansione, che fa gola a molti investitori. C’è chi dice che le vendite dell’iphone 5 comporteranno un aumento del Pil degli Stati Uniti dello 0,5 per cento. Non sapremo se è vero fino a quando non si potrà consultare dati definitivi a riguardo, ma lo studio condotto dall’azienda newyorkese specializzata in questo segmento, la Abi Research, ha sottolineato quanto le applicazioni siano diventate fondamentali per la vita di tutti i giorni. Ciò che è certo è che ormai sono una parte non trascurabile dell’economia.

30 miliardi di dollari – è questo lo spaventoso numero, che probabilmente verrà raggiunto entro la fine dell’anno e sintetizza il giro d’affari intorno a questo microcosmo,. L’Apple store è ancora il leader indiscusso di questo regno a parte, anche se il Play store di Android sta divorando lo spazio che prima separava i due negozi online più famosi. Con l’aumento degli smartphone che utilizzano Android e la crescita dei modelli top di gamma, che ormai sono comparabili a quelli dell’azienda della mela, il Play store ha guadagnato un preziosissimo terzo del mercato globale. Mentre aziende e start up stanno nascendo dietro quello che per molti rimane un territorio misterioso, tutto da esplorare, si stanno fondando basi solide per lo sviluppo di questa miniera d’oro. Proprio per questo anche Blackberry e Microsoft stanno cercando di scavare i propri tunnel per beneficiare del momento, ma impiegheranno probabilmente ancora molto tempo, prima di scalfire il duopolio dei due maggiori store. Intanto, l’azienda fondata da Bill Gates dovrà accontentarsi dei suoi soli 21 milioni e 682 mila utenti attivi al giorno.