Sneijder tra PSG, Manchester United e Milan

La situazione di Sneijder è molto chiara: o l’olandese accetta un contratto a cifre inferiori all’attuale, oppure verrà ceduto. L’olandese guadagna 6 milioni fino al 2015, l’Inter ne offre 4 con un anno in più. E la notizia dei diverbi contrattuali ha scatenato i media britannici che da almeno un paio di stagioni seguono con interesse l’evoluzione della situazione del numero 10 nerazzurro.

Due le squadre più accreditate: c’è stato un presunto scambio di notizie con il Psg che andrebbe a coinvolgere Pastore, indiscrezione smentita ai nostri microfoni dal l’agente del Flaco Marcelo Simonian.  Carlo Ancelotti però un grande estimatore di Sneijder e vedrebbe bene il suo insrimento al PSG, mentre Pastore è sempre stato un pallino dell’Inter. Intanto è in arrivo a Milano il procuratore dell’olandese, Lerby per fare il punto con la società nerazzurra.

E poi c’é il Manchester United, il club più accreditato per arrivare a completare l’acquisto. Come contropartita ci sarebbe Nani, che risulterebbe molto utile a Stramaccioni, fornendogli un’alternativa importante nelle soluzioni offensive.

Mentre la possibilità di un passaggio dell’olandese al Milan sembra remota, anche se al Diavolo  servirebbe un giocate del genere, sia per ruolo, personalità ed esperienza internazionale. Ricordiamo che ultimamente il Milan ha operato proprio così negli ultimi anni, valutando i problemi degli altri e intervenendo dove si poteva. Ibrahimovic e Cassano stavano vivendo situazioni difficili al Barcellona e alla Samp, e prontamente i rossoneri si sono fatti sotto.